Uomini e macchine: la collaborazione oltre i limiti

Uomini e macchine: la collaborazione oltre i limiti

Testo: Si è svolto il 13 dicembre u.s., di fronte ad una platea di oltre 60 persone, l'evento "Uomini e macchine: la collaborazione oltre i limiti" che ha visto testimonianze di ex e nuovi ricercatori sull’industria del futuro e sulle sfide tecnologiche ed economiche necessarie alla sua promozione perseguendo il nuovo concetto di Industria 5.0 che identifica le caratteristiche salienti di un nuovo modello economico in grado di garantire il raggiungimento di un adeguato livello di benessere mediante un sistema produttivo incardinato sulla centralità del lavoratore e dell’ambiente.

Il Keynote speech è stato affidato all'ing. Giuseppe Biffi di Siemens che ha introdotto le nuove tecnologie abilitanti quali motori del cambiamento del contesto produttivo che mira a perseguire il nuovo concetto di Industria 5.0, un sistema produttivo incardinato sulla centralità del lavoratore e dell’ambiente. 

A seguire le testimonianze dei nuovi ricercatori: Matteo Lombardi (Business Development Manager), Chiara Cimino (Post Doc Researcher con focus sul Digital Twin per il Manifatturiero Sostenibile) e Dario Colombari, AgriSystem PhD Student, con una presentazione sulle "Soluzioni di Fluidodinamica Computazionale per il Benessere Animale nell’Allevamento di Precisione".

A chiudere l'evento le testimonianze di ex ricercatori: Riccardo Daverio che ricopre il ruolo di Project Manager ISV - PMP presso Emerson Automation Solutions, Veronica Zaragoza (in collegamento remoto da Eindhoven, Olanda) Msc. Materials Engineer and Nanotechnology presso ASML e Bruno Scaglioni Technical Director presso Atlas Endoscopy.

Un momento, quello dell'evento di fine anno MUSP, che evidenzia non solo le tematiche di ricerca che verranno approfondite, ma che mette al centro i ricercatori che le svilupperanno perché, come ha citato l'ing. Biffi dal sito di Henkel Adhesive Technologies, "Digitalization Built on Relationshipts and Reliability".